28 aprile 2014

Pina Picierno la nuova politica del PD in Europa? Siamo rovinati!

Quando la comunicazione deve coprire la realtà dei fatti la retorica è l’unica arma a disposizione.
Capisco che dopo aver elemosinato favori a capi e capetti della vecchia guardia, con tesi di laurea dedicate a Ciriaco De Mita e posti in prima fila con Walter Veltroni e Dario Franceschini, diventa difficile sviluppare un senso critico ed una visione del futuro libera dalla riconoscenza che si deve a chi ha agevolato una carriera da vecchio politicante.
Ricordo che durante lo spazzatour conobbi la Picierno grazie alle sue prime dichiarazioni sui quotidiani in cui attaccò il MoVimento 5 Stelle e non chi aveva, per 20 anni, riempito la nostra terra di rifiuti pericolosi, facendo accordi con la criminalità a spese della salute pubblica.
Ricordo bene che la nostra voglia di condividere questo problema con i cittadini campani fu chiamata “sensazionalismo grillino” mentre nessuna parola fu spesa per i Cosentino, i Bassolino e tutto il gruppo di potere che ancora oggi tiene la nostra regione sotto ricatto.
Mentre la Picierno va in tv a propagandare proposte di legge spot, per poi sconfessare accordi di civiltà come quelli sull’articolo 416 ter in combutta con il condannato Berlusconi, io sono in aula e nelle commissioni insieme ai miei compagni per inasprire le pene per i reati ambientali e lo scambio di voto politico-mafioso.
La coerenza in Italia per i partiti è ormai un lontano miraggio, la  responsabile nazionale PD della legalità non finisce neanche il mandato per cui è stata nominata e decide di dedicarsi a televisioni e stampa per difendere un’Europa ormai succube di finanza, banche e multinazionali.
Osservando la figure barbina che ha fatto durante il dibattito con la nostra Paola Taverna mi sentirei di stimolarla a partecipare con maggiore frequenza alle trasmissioni in TV ma da italiano mi sento preso in giro da questo modus operandi.
La Picierno è solo una faccia fresca che deve coprire un sistema che è ormai utile solo a conservare se stesso.
Ho letto che la Pinotti si è spesa per dare sostegno alla Deputata campana, consiglierei alla Ministra della Difesa di dedicare maggiore tempo al CISR (Comitato Interministeriale per la Sicurezza della Repubblica) per offrire all’Italia tutte le verità seppellite negli ultimi 20 anni tra archivi e servizi segreti per liberare il nostro paese dai poteri forti. Magari si accorgerà che in tema di trasparenza il MoVimento 5 Stelle è una risorsa politica senza precedenti.
Manca solo una dichiarazione della Boldrini in cui mi si accusa di essere un “potenziale stupratore” della Picierno e possiamo chiudere democraticamente anche questo capitolo.
I sondaggi dei partiti pagati con i soldi dei cittadini hanno messo paura la coalizione dell’inciucio in Italia, si sta correndo ai ripari anche all’estero… in Europa ne vedremo delle belle.
Stanno alzando i toni con la complicità dei media con finti dossier su Gianroberto e continui attacchi a Beppe ed ora tocca a me ed ai miei Amici… io continuo nella mia missione di trasparenza e quando il tabellone della Camera sarà verde sulle nostre proposte cambieremo radicalmente questo Paese.
Ecco il vero motivo degli attacchi che sto subendo! ———>>clicca qui
 Angelo Tofalo M5S

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta basta non scrive minacce e cose ecc...