8 ottobre 2013

Smart Soul: inaugurazione ‘parziale’

Il servizio a pieno regime entro pochi mesi

Questa mattina il chiostro comunale “F.P. Fiorentino” ha visto il varo del progetto Smart Soul, il nuovo servizio multimediale che ha l’obiettivo di valorizzare e migliorare l’offerta turistica attraverso strumenti digitali in grado di creare una rete di percorsi tematici che possano fornire a residenti e visitatori le informazioni sui servizi presenti sul territorio.
Iniziativa senza dubbio lodevole che si allinea all’era delle nuove forme di comunicazione e alle moderne tecnologie.
Il Sindaco nel suo intervento ha precisato che “il sistema entrerà in funzione a pieno regime solo quando si implementeranno tutti i dati, tra qualche mese. Al momento ci sono solo le informazioni basilari. Tutti i dati  che saranno immessi fanno parte di un progetto sinergico che andrà avanti di pari passo con il punto informazioni appena inaugurato”.
Il primo cittadino ha in pratica messo le mani avanti dopo il nostro articolo “La solitudine dell’infopoint” nel quale non ci siamo inventati nulla, ma abbiamo dato conto di una situazione vissuta in tempo reale, cioè della chiusura al pubblico del punto informazioni. Pompilio non ha perso occasione per lanciare stoccate al nostro portale (pur senza mai nominarlo) accusato dal sindaco di ‘fare informazione per colpire qualche nemico politico’.
Caro Sindaco è falso quando lei afferma che abbiamo confezionato l’articolo due giorni dopo l’inaugurazione dell’infopoint (avvenuta il 26 settembre, articolo pubblicato il 5 ottobre ndr). Ed è falso quando dice che abbiamo affermato che il punto si trova in stato di abbandono. Nell’articolo diciamo che il punto è chiuso agli utenti. Abbiamo usato la parola abbandono solamente nel sottotitolo come a voler dire “sedotto e abbandonato”. Noi non cerchiamo la critica a tutti i costi, ma vogliamo solo che le cose vengano fatte per bene, ribadendo di essere a disposizione di TUTTI!
Ha fatto bene, signor Sindaco, a mettere le mani avanti sul funzionamento dei totem informativi. Ci aspettavamo però lo stesso atteggiamento  il 26 settembre. Nell’inaugurare l’infopoint poteva benissimo dire “Scusate, lo inauguriamo adesso ma entrerà a pieno regime tra qualche mese, il tempo di organizzarci”.
E’ come se stasera si inaugura ipoteticamente una pizzeria e il giorno dopo rimane chiusa con il cartello “cercasi pizzaiolo”.
Un po’ di buon senso in questi casi andrebbe adottato, senza colpire gratuitamente gli organi di informazione locali che fanno esclusivamente il loro dovere.
P.S. A fine presentazione Pompilio ha annunciato alla platea (a proposito, il solito stuolo di autorità e dipendenti comunali richiamati all’ordine. Solo qualche albergatore presente, ndr) che l’infopoint questa mattina era aperto: deo gratias!

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta basta non scrive minacce e cose ecc...