3 ottobre 2013

Lasciateci lavorare!

"Sono un imprenditore, ho 10 dipendenti, un'azienda di 40 anni e da circa 2 anni vivo con 700/800 euro al mese. Un'azienda artigianale di queste dimensioni in Italia non è più in grado di sopravvivere, tra insoluti e fallimenti. Si parla sempre delle solite cose, ci dicono che siamo solo abituati a lamentarci. Bisognerebbe diminuire la spesa pubblica, così ci raccontano, e invece si continua a non aiutare le imprese che, in crisi, mettono i dipendenti in cassa integrazione. LASCIATECI LAVORARE invece di imbrigliarci in questa rete di normative senza senso da cui nemmeno loro sanno districarsi. Se fallisci ti tolgono tutto, quando il più grande evasore ce lo abbiamo in Parlamento. A livello internazionale le nostre aziende godono di ottime referenze e vengono rispettate, e invece nel loro Paese muoiono. Si privilegiano le videolottery, ricerche di idrocarburi (in Italia?!), e qualsiasi forma di speculazione... ma perchè?! Perchè ci sono sempre dentro loro, sia di destra che di sinistra, continuano ad assorbire come parassiti le nostre ultime risorse. Diciamo basta, riprendiamoci il nostro Paese e la nostra dignità. Io non mi arrendo. Non mi voglio arrendere, e non deve farlo nessuno." cristiano bombardini

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta basta non scrive minacce e cose ecc...