10 ottobre 2013

Elettrosmog, due quesiti per l’Amministrazione


Dal Movimento 5 Stelle di San Giovanni Rotondo
È vero che la tecnologia ci rende la vita facile e che i cellulari sono ormai indispensabili.
Ma in termini di salute quanto ci costa?
Sabato pomeriggio 21 settembre 2013, muniti di misuratore di campi elettromagnetici a banda larga, abbiamo misurato i valori massimi riscontrabili in prossimità dei ripetitori presenti sul nostro territorio (che non sono pochi vedi catasto CEM), per riscontrare se tali valori superano o meno il valore medio dettato dalle norme di E = 6V/m.
I valori sono stai misurati sia in prossimità dei ripetitori, sia in prossimità degli edifici vicini investiti dell’effetto a cascata del campo elettromagnetico.
I valori misurati in prossimità degli edifici coinvolti, ovvero, case private e scuole, sono pari ad un livello massimo di E = 2V/m. Tale valore, al di sotto del limite ammissibile, è stato riscontrato per i seguenti ripetitori:
1) Ripetitore di Via Galvani in prossimità della scuola Dante;
2) Ripetitore di Viale Cappuccini in prossimità dell’asilo di Via Lauriola;
3) Ripetitori sopra la biblioteca Comunale;
4) Ripetitore vicino al cimitero.
Degno di nota, forse per maggiore potenza del segnale, è stato il livello massimo riscontrato presso gli edifici in prossimità del poliambulatorio, investiti, dai campi elettromagnetici del ripetitore posto sopra il parcheggio ex multipiano. Tale valore è pari a E = 4V/m pertanto, necessiterebbe di una maggiore attenzione e soprattutto di una rilevazione con una sonda specifica per quell’intervallo di frequenza per avere dati più precisi.
Siamo quindi quotidianamente investiti da campi elettromagnetici, al di sotto del livello soglia previsto dalla legge in base agli studi ad oggi conosciuti. Tuttavia il movimento 5 stelle di San Giovanni Rotondo vuole porre alcuni quesiti all’Amministrazione Comunale e agli Enti Preposti.
PRIMO QUESITO:
Come mai la legge Regionale n. 5/2002 all’art. 10 vieta l’installazione di ripetitori su scuole e ospedali e a San Giovanni Rotondo si trovano proprio nei pressi di suddetti edifici tutelati?
SECONDO QUESITO:
Perché non vengono divulgati, per la tutela del cittadino, i dati delle emissioni rilevate dai ripetitori presenti sul territorio e il loro posizionamento?
I cittadini hanno il diritto di sapere e di essere informati.
L’informazione e la conoscenza rendono il cittadino libero di decidere.
Attendiamo risposte.

Gli Attivisti di San Giovanni Rotondo 5 Stelle.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta basta non scrive minacce e cose ecc...